Il territorio fiorentino è costellato di ville, volute da importanti famiglie della Firenze rinascimentale, prima fra tutte quella dei Medici.

 

Teatro di passioni e delitti, furono scelte come semplici luoghi di rappresentanza atte a celebrare lo status sociale della famiglia proprietaria ed utilizzate per ricevimenti, feste, per le battute di caccia e per l'otium del signore.

 

La villa, nel '400 è la testimonianza del cambiamento del gusto e del tempo, della trasformazione della società medievale in quella rinascimentale: si sostituisce architettonicamente al castello quale luogo che dà l'idea di potenza e di difesa, a quello di un luogo di magnificenza ed eleganza. Rappresenta più di qualsiasi altro edificio la riscoperta, tipica dell'umanesimo, delle origini classiche della cultura, della fiducia nell'uomo e nella natura.

 

Molte tra le ville, godono oggi della tutela dell'UNESCO. Alcune ville, in particolare quelle medicee nei dintorni di Firenze, possono essere visitabili previo appuntamento.

Eccone alcune:

 

Villa di Castello

Sorse lungo il tracciato di un acquedotto romano e fu acquisita dai Medici nel Quattrocento. Ha ospitato celebri dipinti di Botticelli e ad oggi sede è dell'Accademia della Crusca. E' visitabile il tipico giardino all'italiana della villa, con statue di Bartolomeo Ammannati e la Grotta degli animali.

 

Villa della Petraia

Molto vicina alla villa di Castello ed acquistata da Cosimo I de' Medici nel Cinquecento, è una delle più affascinanti ville medicee, con la fontana della Venere-Fiorenza del Giambologna nel giardino all'italiana e gli affreschi del Volterrano nel loggiato del cortile.

 

Villa di Cerreto Guidi

Fu costruita nel luogo di un antico castello appartenuto ai conti Guidi. Appartenuta anch'essa ai Medici, qui il 15 luglio 1576 si consumò il brutale assassinio di Isabella de' Medici uccisa per strangolamento in punizione della sua infedeltà, ad opera del marito Paolo Giordano I Orsini e aiutato forse dai sicari.

 

Villa di Pratolino - Villa Demidoff

Francesco de' Medici spese il doppio di quanto richiese la costruzione degli Uffizi, per la villa che fece edificare per la sua amante Bianca Cappello. Un parco fa da cornice a testimonianza di quelle antiche magnificenze della villa, della quale restano poche tracce dopo gli sventramenti ottocenteschi. La statua-fontana dell'Appennino del Giambologna, la cappella del Buontalenti e non ultima la Grotta di Cupido, anch'essa di Buontalenti, al cui interno giochi d'acqua ed artifizi creavano incredulità in chi vi entrava.

 

 

PAGINA IN LAVORAZIONE.....


Stiamo lavorando al sito...siamo rimasti indietro...

PER QUALSIASI INFO E RICHIESTA CONTATTAMI

info@tiraccontofirenze.it

OPPURE SEGUICI SULLA PAGINA FACEBOOK

NUOVO PROGRAMMA SETTEMBRE - DICEMBRE 2013 VISITE GUIDATE

 link utili:

  • Scarica:

        Programma

        completo

        Mostre in corso

        Eventi del mese

        a Firenze 

        barriere Toscana

  • Appuntamenti in agenda: 

        Eventi - Mostre

        in Italia

 

siti web consigliati:

  • Empoli - Empolese Valdelsa:

Turismo:

Empolese Valdelsa

  portale turismo

Terre del Rinascimento